Terra di Toscana www.terraditoscana.com

Lavorazione del legno

introduzione

Nel territorio del Mugello e della Montagna Fiorentina la foresta ricopre tutti i versanti dai 500 mt alle sommità (1500 mt circa): le diverse altitudini hanno favorito la crescita di vari tipi di piante che hanno offerto molteplici utilizzazioni.
Partendo dalla zona collinare, i principali tipi di piante sono le latifoglie: l'orniello, l'acero, il castagno, le querce, il nocciolo ecc.. Più in alto, dagli 800 mt in poi si trovano le faggete ma anche l'abete bianco e il pino austriaco introdotti con recenti opere di rimboschimento.

A quote più basse l'albero più familiare è il cipresso, scelto da secoli come punto di riferimento a indicare pievi, chiese, l'accesso di una villa o il tracciato di una stradella sul crinale dei colli.
Da questi alberi i falegnami traevano la materia prima: il legno, di castagno, noce nazionale, cilIiegio acero, olmo, olivo, ma anche abete, pino ecc.., che, lavorato da mani esperte prendeva forme diverse.

Fotografia di Kee-Ho Casati


Terraditoscana © Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489