Terra di Toscana www.terraditoscana.com

Fichi freschi in giulebbe

  • 12 grossi fichi ben maturi, ma non appassiti
  • ¼ di vino bianco secco
  • ¼ di succo di arancio chiaro
  • 1 pizzico di semi di anice
  • 1 pezzetto (8-10 cm circa) di bastoncino di cannella
  • 3-4 scorzette di arancio (solo il giallo)
  • 500 gr. di zucchero
  • 1 presina di sale fino
In un tegamino, scoperto, portare a lenta ebollizione il vino bianco, far evaporare completamente l'alcol (5-6 minuti), quindi mettere i semi di anice e la cannella (spezzettata) e dopo qualche attimo spengere. Togliere dal fornello e mettere da parte a macerare per 1 ora almeno.
Al momento opportuno riprendere questo vino, filtrarlo per panno, e metterlo in una pentolina a bordi alti. Aggiungere il succo e le scorzette di arancio, lo zucchero ed il sale, metterla sul fornello e, a fiamma minima, scoperta, rimenando più e più volte, portare il liquido (le "giulebbe") a lentissima ebollizione.
Far bollicchiare per 1 ora e ½, sempre scoperto, rigirando ogni tanto e schiumando più volte, affinché il giulebbe abbia a risultare alla fine lucido, trasparente e di un leggero colore aranciato.
Al momento del servizio, mondare di picciolo e pelle i fichi, disporli (3 in ciascuna) in quattro coppette, irrorarli del giulebbe bollente (eliminare le scorzette d'arancio), lasciar stemperare un paio di minuti, quindi servire in tavola accompagnando con rosolio, all'anice o alla cannella.

Una ricetta di Giuseppe Alessi
Fotografia di Kee-Ho Casati


Terraditoscana © Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489