Home Cuisine Landscape and nature Architecture and art Sport Accommodation Visiting Gadget Learning Arts and Crafts The way we were Organized tours Home Cucina Paesaggio e natura Arti e Mestieri Sport Accoglienza Visitare Gadget A scuola di... Architettura e arte Come eravamo Tour organizzati
Italiano
English
Cuisine
Cuisine
Visita il Mugello, culla dei Medici, a due passi da Firenze e le bellezze toscane
 

Typical products

 

 
 

Mortadella delle Apuane

We apologize, the following text is not translated into English, click here for an automatic translation

E' un salume insaccato in budello naturale, di forma cilindrica (diametro di circa 7-8 cm), con tipiche legature trasversali. Il colore in superficie cambia dal rosso marrone nell'insaccato giovane a bianco grigio, per la presenza di muffe, nel prodotto stagionato.
Al taglio il salume ha un bel colore rosso vivo, a volte più bruno (nelle carni senza antiossidante); la grana è piuttosto grossolana, poco omogenea, in sezione sono ben evidenti i lardelli di grasso. Il profumo è speziato, delicato, il sapore è fresco e deciso.

Vengono selezionate le parti "nobili" del maiale come collo, spalla, lardo e pancetta, in opportune proporzioni. Si macinano al tritacarne in maniera grossolana e quindi si aggiustano con sale fine, talvolta vino bianco di Candia, cannella, noce moscata, pepe macinato e in grana e acido ascorbico per mantenere la carne rosea. Talvolta si usa anche il nitrato di potassio. Si impasta molto accuratamente e quindi si insacca in budello di manzo o tipo Bondeana cercando di massaggiare bene in modo da far uscire tutta l'aria dall'impasto. Si bucano, si massaggiano, si legano e si appendono in ambiente piuttosto caldo e umido per 7 giorni fino cioè all'affioramento sull'involucro di chiazze di muffa bianca, si ripongono poi in luogo ventilato per essere consumate. E' buona regola consumare la mortadella dopo un breve periodo di stagionatura.

Le carni di maiale di questo prodotto vengono ancora lavorate con metodo tradizionale. Un tempo questa mortadella veniva prodotta per brevi periodi dell'anno, da ottobre ad aprile, poiché si diceva che l'aria salmastra impediva la stagionatura. Oggi si è superato il problema con la stagionatura in celle frigorifere.

Territorio interessato alla produzione Si produce in tutti i comuni di Massa Carrara, soprattutto a Montignoso.
Produzione in atto A rischio.
Materiali, attrezzature e locali utilizzati per la produzione

• Utensili da cucina
• Locali per la lavorazione
• Locali e celle per la stagionatura

Texts and Pictures owned by Arsia and Regione Toscana reproduced upon authorization.

Picture by Pierluigi Giannetti
 
 
 
   
 
return to top of page
   
       
  Terra di Toscana

© All rights reserved Polimedia di Laura Fumoni
Via Landucci 39 - 50136 - Firenze - P.IVA 05575950489 - REA C.C.I.A.A. FIRENZE N. 559547
Press registration n. 5528 10/11/2006 - Editor Polimedia

 
  Advertising | About us | Contacts | Site search | Copyright | Privacy | Cookie policy