Terra di Toscana www.terraditoscana.com

Cardo massese

Cardone o gobbo

Il cardo massese ha una forma più ricurva rispetto al caratteristico aspetto del cardo; presenta costolature molto evidenti ed ha un sapore dolce. Il colore va dal bianco al verde. Si produce da novembre a marzo.

Le piantine vengono prelevate dal semenzaio e trapiantate non verticalmente ma orizzontalmente e poi vengono rincalzate. Questa particolare tecnica serve ad influenzarne lo sviluppo in modo da farle crescere in modo ricurvo (da ciò "gobbi") conferendo al prodotto un sapore più dolce, meno amaro degli altri cardi.

La tradizionalità del gobbo massese è data dalla particolarità del gusto di cui sono responsabili la varietà, la tecnica di coltivazione e l’influenza delle condizioni pedologiche (terreno sabbioso), e microclimatiche (vicinanza con il mare). Si può consumare lesso condito con olio, fritto, crudo in pinzimonio o per preparare sformati.

La produzione di cardo massese è scarsissima e si può considerare a livello esclusivamente hobbistico. La quasi totalità dei produttori di cardo massese utilizza sementi derivanti non più da autoproduzione, ma acquistate al consorzio locale.

Territorio interessato alla produzione Provincia di Massa-Carrara.
Produzione in atto A rischio.
Testi ed immagini di proprietà di Arsia e della Regione Toscana riprodotti su autorizzazione.

Fotografia di Derno Ricci

Terraditoscana © Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489