Home Cuisine Landscape and nature Architecture and art Sport Accommodation Visiting Gadget Learning Arts and Crafts The way we were Organized tours Home Cucina Paesaggio e natura Arti e Mestieri Sport Accoglienza Visitare Gadget A scuola di... Architettura e arte Come eravamo Tour organizzati
Italiano
English
Cuisine
Cuisine
Visita il Mugello, culla dei Medici, a due passi da Firenze e le bellezze toscane
 

Typical products

 

 
 

Ciliegia di Lari

We apologize, the following text is not translated into English, click here for an automatic translation

La ciliegia di Lari è presente in 19 varietà su tutto il comune di Lari.

  • Gambolungo: matura nella seconda quindicina di maggio; è molto dolce e tenera.
  • Cuore: di medie dimensioni con punteggiatura biancastra, molto saporita, rischia l’estinzione.
  • Siso: la pianta ha rami lunghi. Il frutto è biancastro, molto saporito, e ovale con il picciolo corto.
  • Papalina: matura nella prima decade di giugno; è saporita, di colore rosso cupo ed ha il gambo corto.
  • Del paretaio: è ovale, di buon sapore e aroma; è in estinzione (ne è rimasta una sola pianta).
  • Morella del Meini: particolare varietà di morella piuttosto rara.
  • Di Nello: selezionata attorno al 1920 da un agricoltore che le diede il proprio nome, ha polpa colorita.
  • Di Guglielmo: è in via d’estinzione ed è presente con poche piante in località Tomaia; il nome deriva dal coltivatore che la selezionò.
  • Orlando: fruttifica su pochi alberi in località Colle; è in via di estinzione.
  • Elia: Se ne trovano solo pochi alberi alle porte di Lari.
  • Precoce di Cevoli: matura nella prima metà di maggio. Piccola, di gambo medio, con pasta biancastra, buccia rossa e punteggiature biancastre.
  • Morella: è una specie rara che matura nell’ultima decade di giugno; è molto succosa e di colore intenso.
  • Di giardino: tonda, saporita, ben colorita e con il picciolo corto; si trova nelle piane di Lari.
  • Marchianella di Lari: come la marchiana è piccola e molto saporita, se ne sono ritrovati isolati frutti su un’unica pianta in località Boschi di Lari.
  • Usigliano: è molto profumata e con un intenso sapore; ha forma ovale e buccia tendente al viola.
  • Morellona tardiva: di colore intenso e molto succosa, si trova su pochi alberi in località San Bastiano.
  • Marchiana: matura nella seconda decade di giugno; è piccola, saporita e tenera ed ha il gambo lungo.
  • Montemagno detta anche Angela: se ne possono ammirare pochissimi alberi soltanto in località Usigliano; rischia l’estinzione.
  • Crognola: è la specie più tardiva (matura nell’ultima decade di giugno) e si trova in località Casciana Alta; tonda, di colore rosso lucente, è molto succosa.

La ciliegia di Lari, anche se le sue caratteristiche cambiano a seconda della varietà coltivata, è un frutto consistente, di colore rosso intenso e dal sapore zuccherino. È una cultivar autoctona originaria del pisano.

I produttori della ciliegia di Lari sono circa 36, non soltanto nel comune di Lari ma anche a Cevoli, Usigliano, Lavoiano, Perignano, San Ruffino di Lari e Boschi di Lari. La produzione annua totale è di circa 150 quintali destinati solo in parte alla vendita in zona, la maggior parte viene venduta nei mercati del resto della Toscana. Ultimamente i produttori hanno riscontrato dei problemi a reperire manodopera per la raccolta del frutto.Ogni anno a giugno viene organizzata la Festa della ciliegia a Lari.

Territorio interessato alla produzione Provincia di Pisa.
Produzione in atto Attiva.
Texts and Pictures owned by Arsia and Regione Toscana reproduced upon authorization.

Picture by ARSIA
 
 
 
   
 
return to top of page
   
       
  Terra di Toscana

© All rights reserved Polimedia di Laura Fumoni
Via Landucci 39 - 50136 - Firenze - P.IVA 05575950489 - REA C.C.I.A.A. FIRENZE N. 559547
Press registration n. 5528 10/11/2006 - Editor Polimedia

 
  Advertising | About us | Contacts | Site search | Copyright | Privacy | Cookie policy