Terra di Toscana www.terraditoscana.com

Cipolla massese

La cipolla massese ha forma tonda e schiacciata ed è di colore rosso. Non ha sapore molto forte, ma dolce e consistenza croccante. Si produce tra aprile e giugno.

Le piantine vengono ottenute in azienda da seme autoprodotto. Il terreno viene preparato attraverso la formazione di solchi nei quali la piantina viene posta sdraiata, per poi essere rincalzata. La raccolta, manuale, avviene nei mesi di aprile, maggio e giugno. Le cipolle vengono intrecciate a formare dei "forconi".

Il prodotto deve la sua tradizionalità e qualità alla particolarità della cultivar, alla tecnica di produzione rimasta invariata nel tempo e all’originalità del gusto. La tecnica di produzione prevede la messa a dimora delle piantine sdraiate e la successiva rincalzatura. Tale tecnica fa sì che la piantina cresca storta e questo, insieme all’influenza del terreno sabbioso e del clima (vicinanza al mare), conferiscono alla cipolla massese il tipico sapore dolciastro. L’approvvigionamento delle piantine avviene per autoriproduzione in azienda, mantenendo così il patrimonio genetico autoctono della specie. Un altro fattore che conferisce particolarità al prodotto è il confezionamento: la piantina secca viene intrecciata in un modo particolare a formare il cosiddetto "forcone". È ottima per la preparazione dei soffritti.

La cipolla massese viene coltivata da sette produttori principali che ne producono un quantitativo medio annuo di circa 25 quintali, commercializzato interamente nella zona e venduto prevalentemente a negozi e ristoratori.

Territorio interessato alla produzione Provincia di Massa-Carrara.
Produzione in atto Attiva.
Testi ed immagini di proprietà di Arsia e della Regione Toscana riprodotti su autorizzazione.

Fotografia di Derno Ricci

Terraditoscana © Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489