Terra di Toscana www.terraditoscana.com

Cipolla di Ripola

La cipolla di Ripola ha forma tonda e schiacciata, è molto dura e compatta, ha un colore rosato sbiadito e sapore più dolce rispetto alle altre cipolle. Ha una pezzatura media. Si produce a giugno-luglio e a ottobre-novembre.

Descrizione dei processi di lavorazione:

  • Seme autoprodotto
  • Semina ad aprile o ad agosto (poco praticata per la mancanza di acqua) utilizzando il seme dell’anno precedente
  • Preparazione del terreno con aratura
  • Leggera concimazione organica
  • Raccolta manuale eseguita a giugno-luglio o a ottobre-no­vembre

La tradizionalità della cipolla di Ripola è dovuta alla particolarità della cultivar, influenzata dalle condizioni pedoclimatiche: il terreno e soprattutto l’altitudine delle zone di coltivazione conferiscono un sapore meno pungente e più dolciastro alla cipolla che, se coltivata a quote basse, assume un gusto più amarognolo. Si consuma fresca in insalata e si presta ad essere utilizzata per fare dolci.

La produzione di cipolla di Ripola, quantificabile in circa 15-25 quintali l’anno, interessa buona parte degli abitanti del piccolo paese di Ripola. Oltre che per autoconsumo viene venduta ai villeggianti che frequentano il paese nel periodo estivo.

Territorio interessato alla produzione Lunigiana, provincia di Massa-Carrara.
Produzione in atto Attiva.
Materiali, attrezzature e locali utilizzati per la produzione: • Seme autoprodotto dell’anno precedente
• Concime organico
Testi ed immagini di proprietà di Arsia e della Regione Toscana riprodotti su autorizzazione.

Fotografia di Derno Ricci

Terraditoscana © Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489