Terra di Toscana www.terraditoscana.com

Fagiolo di Sorana

Piattellino

Il fagiolo di Sorana è una leguminosa del tipo rampicante appartenente alla specie botanica Phaseolus vulgaris L. che, nella zona in cui viene coltivato, spesso supera i 5 metri di altezza. Ha un seme dal colore bianco latte con leggere venature perlacee o rosso vinato con striature di colore più intenso.
Quello bianco (denominato localmente piattellino) ha una forma molto schiacciata, quasi piatta, molto più piccola del comune cannellino; quello rosso ha una forma più ilindrica.
È molto saporito e la consistenza è tenera. Il tegumento molto sottile, che non si stacca durante la cottura, e il suo sapore particolare lo rendono un fagiolo molto ricercato, anche se di difficile reperibilità.

Per la coltivazione del fagiolo di Sorana sono adatti terreni sabbiosi, mentre sono da escludere quelli con prevalenza strutturale della frazione argillosa. La concimazione di fondo è prevalentemente di tipo organico, come lo è quella di copertura. La semina, previa adeguata lavorazione meccanica e manuale del terreno, viene effettuata da seme derivante dalla popolazione locale. La raccolta è effettuata generalmente a mano, poi le granelle vengono esposte al sole per 3-4 giorni per completarne l’essiccazione. Nel caso in cui il prodotto non venga confezionato subito, si conserva in contenitori con pepe in grani o radici di valeriana ed, eventualmente, foglie di alloro per evitare la diffusione di insetti, soprattutto del tonchio.

Si produce nella zona da almeno due secoli, in genere si consuma come contorno di piatti tipici della cucina toscana, ma anche come primo piatto (zuppe, minestroni). È stata inoltrata la richiesta di riconoscimento di una IGP.

Sul territorio si possono individuare 10-15 produttori di fagiolo di Sorana, riuniti in maggior parte in una associazione con sede a Pescia. I non iscritti sono piccoli produttori he
spesso impiegano il raccolto per autoconsumo e non fanno quindi differenza per la stima della produzione generale. La quantità effettivamente prodotta si può aggirare intorno ai 20 quintali all'anno. Non ci sono margini di aumento, è infatti un fagiolo precoce che necessita di grandi quantitativi di acqua e la sua ubicazione in una zona prettamente montagnosa ne rende difficile la produzione.
Viene venduto in parte direttamente a privati in azienda, in parte nel resto della regione. Ogni anno a settembre, a Sorana e a Pescia, vengono organizzate sagre e manifestazioni gastronomiche sul fagiolo di Sorana.

Territorio interessato alla produzione La zona di produzione è costituita dalla parte del territorio del comune di Pescia (provincia di Pistoia) caratterizzata dalla presenza di numerosi corsi d’acqua, da terreni sabbiosi e da una forte umidità dell’aria.
Produzione in atto Attiva.
Testi ed immagini di proprietà di Arsia e della Regione Toscana riprodotti su autorizzazione.

Fotografia di Derno Ricci

Terraditoscana © Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489