Terra di Toscana www.terraditoscana.com

Fichi sott’olio livornesi

I fichi sott’olio sono in realtà una conserva dolce di fichi e succo di limone. Una volta terminato il processo di preparazione, i fichi hanno l’aspetto di un sott’olio (da cui il nome); in realtà la particolare trasformazione crea uno sciroppo dalle sembianze dell’olio. Hanno un sapore molto dolce.

I fichi vengono raccolti manualmente (selezionando solo i frutti integri) e lasciati per 24 ore in infusione in succo di limone e zucchero. Vengono poi fatti bollire per un’ora e lasciati nuovamente in infusione nello stesso succo per altre 24 ore e infine fatti bollire ancora per un’ora. Segue la fase di cottura vera e propria, dopo la quale vengono collocati in vasetti ancora caldi con un normale mestolo da cucina. I vasetti vengono sterilizzati per 40 minuti.La produzione avviene nei mesi di agosto e settembre.

Il prodotto deve la sua tipicità alla particolare tecnica di trasformazione che si cerca di recuperare dopo aver rischiato di perderla. La ricetta è stata recuperata attraverso interviste agli abitanti della zona che sinora l’avevano tramandata oralmente.

I fichi sott’olio sono una produzione hobbistica, stimabile in circa 1 quintale l’anno destinato totalmente all’autoconsumo familiare.

Territorio interessato alla produzione

Si producono nella provincia di Livorno.

Produzione in atto A riscio.
Testi ed immagini di proprietà di Arsia e della Regione Toscana riprodotti su autorizzazione.

Fotografia di Derno Ricci

Terraditoscana © Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489