Terra di Toscana www.terraditoscana.com

Mela Carla aretina

Finalina

We apologize, the following text is not translated into English, click here for an automatic translation

La mela Carla è una mela dal frutto medio o grosso di forma irregolare; somiglia alla mela Francesca, ma il rosso pallido predomina nettamente sul verde e le lenticelle sono più evidenti. La polpa è dura, meno croccante della Francesca, risultando quindi più pastosa.

Si raccoglie nell’ultima decade di settembre e, come molte vecchie varietà, si conserva molto bene fino alla primavera. L’albero ha un portamento vigoroso e presenta una certa tolleranza alla ticchiolatura.

La mela Carla, originaria dell’area fiorentina, era diffusa in collina o negli orti delle case padronali. Sopravvive marginalmente con poche piante isolate in collina presso vecchi casolari.

La mela Carla aretina è una vecchia varietà che spesso si ritrova in orti e giardini di privati che consumano direttamente il prodotto. Non è stato possibile stimare la quantità effettivamente prodotta visto che, essendo ormai di pochi hobbisti, non entra nei normali canali commerciali.

Territorio interessato alla produzione

Valdarno aretino e fiorentino, province di Arezzo e Firenze.

Produzione in atto A rischio.
Texts and Pictures owned by Arsia and Regione Toscana reproduced upon authorization.

Picture courtesy of “Monografia delle principali cultivar di melo” di Sansovini e Baldini

Terraditoscana © Polimedia - All rights reserved
Press registration n. 5528 10/11/2006 - Editor Polimedia - P.IVA 05575950489