Home Cuisine Landscape and nature Architecture and art Sport Accommodation Visiting Gadget Learning Arts and Crafts The way we were Organized tours Home Cucina Paesaggio e natura Arti e Mestieri Sport Accoglienza Visitare Gadget A scuola di... Architettura e arte Come eravamo Tour organizzati
Italiano
English
Cucina
Cucina
Visita il Mugello, culla dei medici, a due passi da Firenze e le bellezze toscane
 

Prodotti tipici

Prodotti dell'apicoltura
Bevande, distillati e liquori
Carni
Carni secche
Insaccati
Preparazioni a base di Frattaglie
Formaggi
Olii
Pesci, molluschi e crostacei
Pasta fresca
Pane e prodotti da forno
Dolci e pasticceria
Biscotti
Frutta
Ortaggi e tuberi
Legumi
Grano, mais e castagne

 

 
 

Patata bianca del Melo

La patata bianca del Melo presenta forma rotonda, leggermente schiacciata, pasta di colore bianco e buccia liscia. Ha dimensioni medie ed è caratterizzata da gusto delicato, consistenza farinosa e un alto contenuto di amido e fosforo. Il prodotto viene coltivato oltre i mille metri di altitudine senza alcun trattamento chimico.

Il terreno viene preparato in primavera, con concimazione di letame naturale; la semina avviene all’inizio di giugno e la raccolta ai primi di ottobre.Il prodotto generalmente viene seminato in terreni a forte pendenza.

La raccolta è fatta manualmente. La patata viene conservata nei locali delle piccole aziende agricole a temperatura ambiente per diversi mesi, senza alcun trattamento per la conservazione.

La patata del Melo è coltivata da lungo tempo. Le aziende agricole ancora oggi applicano le stesse regole produttive e di conservazione di una volta.

La produzione effettivamente messa in commercio si aggira intorno ai 300 quintali all’anno; c’è poi un’altra quota di prodotto, non facilmente stimabile, che viene utilizzata per l’autoconsumo o per la preparazione di piatti negli agriturismi locali. Non ci sono prospettive di aumento della quantità prodotta per la mancanza di un’adeguata promozione del prodotto che potrebbe farne aumentare la domanda, e per il prezzo poco remunerativo che spunta sul mercato.La vendita avviene per lo più in zona, anche se una piccola percentuale trova mercato nel resto della Toscana. In parte i clienti sono privati che si recano direttamente in azienda per l’acquisto, in parte viene venduta alla grande distribuzione (Unicoop).Questa patata è molto conosciuta e apprezzata nella zona, ed è presente in numerose sagre e fiere: in località Le Roncacce (Melo di Cutigliano) ogni anno, la prima domenica di ottobre, si svolge la Sagra della patata del Melo.

Territorio interessato alla produzione

Melo, frazione del comune di Cutigliano, in provincia di Pistoia.

Produzione in atto Attiva.
Testi ed immagini di proprietà di Arsia e della Regione Toscana riprodotti su autorizzazione.

Fotografia di Derno Riccci
 
 
 
   
 
ritorna all'inizio
   
       
  Terra di Toscana

© Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489

 
 

Pubblicità | Chi siamo | Site search | Contatti | Copyright - Disclaimer | Press Kit