Home Cuisine Landscape and nature Architecture and art Sport Accommodation Visiting Gadget Learning Arts and Crafts The way we were Organized tours Home Cucina Paesaggio e natura Arti e Mestieri Sport Accoglienza Visitare Gadget A scuola di... Architettura e arte Come eravamo Tour organizzati
Italiano
English
Cucina
Cucina
Visita il Mugello, culla dei medici, a due passi da Firenze e le bellezze toscane
 

Prodotti tipici

Prodotti dell'apicoltura
Bevande, distillati e liquori
Carni
Carni secche
Insaccati
Preparazioni a base di Frattaglie
Formaggi
Olii
Pesci, molluschi e crostacei
Pasta fresca
Pane e prodotti da forno
Dolci e pasticceria
Biscotti
Frutta
Ortaggi e tuberi
Legumi
Grano, mais e castagne

 

 
 

Pomodoro pendentino

Il pomodoro pendentino è un pomodoro da mensa, ha forma tonda, colore rosso intenso, liscio in superficie e di consistenza dura. Molto saporito, si produce da luglio a ottobre.

Descrizione dei processi di lavorazione:

  • Produzione del seme in azienda: selezione dei pomodori sani dei primi palchi e relativa strizzatura; i semi vengono messi ad asciugare e poi conservati in barattoli di vetro
  • Semina in semenzaio intorno al 20 di marzo
  • Copertura in tunnel delle giovani piantine
  • Trapianto manuale intorno al 15 maggio
  • Aratura leggera (circa 35-40 cm)
  • Utilizzo di canne per il sostegno con un sesto di impianto di 70 cm nell’interfila e 80 tra le due palature.
  • Concimazione di fondo
  • Somministrazione di potassio al raggiungimento del primo palco
  • Lotta fitosanitaria: eventuali trattamenti contro la peronospera e altre malattie fungine
  • Raccolta scalare: avviene manualmente da fine luglio a settembre
  • Sistemazione del prodotto in cassette e trasporto in locale arieggiato

La tradizionalità del prodotto è costituita sia dalla particolarità della cultivar sia dalla tecnica di produzione. Il pomodoro pendentino infatti, noto per la consistenza, la forma particolare e per il sapore, ben si presta ad essere consumato fresco con pane e olio. La tecnica di produzione si è trasmessa nel tempo grazie a quei produttori che custodiscono molto gelosamente il seme. Una volta, dopo la raccolta, si usava appendere i pomodori su rami di salice molto flessibili. L’attenta autoproduzione delle sementi garantisce il mantenimento delle caratteristiche dell’ecotipo autoctono. Viene consumato nel brodo, nei minestroni e in insalata, e spesso in padella con l’uovo.

Questo particolare pomodoro si produce a fini commerciali in un’unica azienda di San Quirico di Moriano; forse esiste anche qualche altro piccolo produttore ma a livello hobbistico.Spesso il pomodoro pendentino viene confuso con altri ibridi, ma in realtà la sua diffusione è limitata dalla scarsa produttività: se ne producono 20 quintali l’anno, commercializzati in zona tramite vendita diretta in azienda e per mezzo di rivenditori ortofrutticoli locali.

Territorio interessato alla produzione

Provincia di Lucca.

Produzione in atto Attiva.
Testi ed immagini di proprietà di Arsia e della Regione Toscana riprodotti su autorizzazione.

Fotografia di Derno Ricci
 
 
 
   
 
ritorna all'inizio
   
       
  Terra di Toscana

© Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489

 
 

Pubblicità | Chi siamo | Site search | Contatti | Copyright - Disclaimer | Press Kit