Terra di Toscana www.terraditoscana.com

Anatra arrosto

Prendere un'anatra molto giovane, pulirla, fiammeggiarla, lavarla ed asciugarla.
Salarla e peparla (non molto) internamente ed esternamente. Introdurre nella pancia una bella ciocca di salvia ed una noce di burro. Mettere l'anatra così preparata in un tegame con poco olio e cuocere lentamente a forno moderato. Sarà cotta al punto giusto quando la pelle dorata prenderà a staccarsi dalla carne.

Piatto di tradizione per la festa di S. Lorenzo a Borgo S. Lorenzo e per la Santa Maria a Scarperia, si cucinavano le anatre novelle che, in agosto, giungevano a maturazione.
Le migliori anatre di razza germanata erano quelle dei contadini che avevano la casa vicino ai fossi, dove vi sguazzavano per intere giornate.

Testo di Tebaldo Lorini


Terraditoscana © Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489