Terra di Toscana www.terraditoscana.com

Bardana, Arctium minus

Famiglia compositae

Questa pianta è la disperazione dei cacciatori per i capolini armati di brattee uncinate che si attaccano al pelo dei cani. I capolini sono utilizzati anche dai ragazzi per lanciarli contro i vestiti e i capelli delle compagne di gioco.

Uso
L'infusione della radice fresca è diuretica, mentre il succo delle grandi foglie serve per portare a maturazione foruncoli, lenisce le scottature e le punture d'insetto. La pianta è commestibile sia nelle radici delle piante giovani, che si possono lessare e condire con olio e limone, che nei giovani fusti che vanno raschiati, lessati in acqua salata, serviti conditi o infarinati e fritti, oppure rifatti alla parmigiana con pomodoro e formaggio.

Foto e testo di Tebaldo Lorini

Terraditoscana © Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489