Terra di Toscana www.terraditoscana.com

La Traversata dell'Appennino

Trekking a piedi lungo la Francigena toscana

Dal bel paesino di Berceto ci si incammina lungo la statale n° 62 che sale lentamente verso il Passo della Cisa. Percorsi circa 3 Km si vedono bene le indicazioni escursionistiche del sentiero n° 733 del CAI per il Monte Valoria (1229 m). Proseguendo si sale per boschi di faggio misti ad ampie radure prative fino a Felegara. Lambendo così anche Roncaglia, si giunge a quota 1100, il prossimità di Monte Formigare.

Di qui, sulla destra, si apre una deviazione che conduce alla Casa Cantoniera che verrà presto trasformata in Ostello ( in ristrutturazione). Raggiunto il prato sommitale, in corrispondenza di una recente edicola votiva, il percorso devia sulla destra e dopo breve tratto di crinale (0-0 ex percorso G.E.A., un trekking di grande respiro che in 25 tappe unisce l'Umbria alla Liguria percorrendo l'intero spartiacque appenninico, ormai divenuto "Sentiero Italia"), si guadagna il versante settentrionale dello spartiacque fino a raggiungere il valico del Passo della Cisa (1.055 m bar-albergo-ristorante). Con bella vista sulle troneggianti cime appenniniche e sulla sottostante Lunigiana, si scende lungo l'asfalto della statale che conduce a Montelungo, citato da Sigerico come "Sce Benedicte", submansio XXXIII. La frazione ospitava un tempo un ospizio ed un monastero. Adesso, all'altezza delle prime case si prendono a seguire i segnavia del Lunigiana Trekking/G.E.A./Sentiero Italia che conducono a Polina, frazione del comune di Succisa (bar-Osteria Ferrari.). Dopo circa un chilometro di asfalto si perviene a Succisa dove si lasciano i segnavia del T.L. (Lunigiana Trekking) che condurrebbero a Grondola-Guinadi e successivamente al posto tappa di Cervara, per scendere invece lungo la strada proveniente dal Passo del Brattello che corre parallela al torrente Magriola, affluente del Magra e riporta poi alla sottostante statale della Cisa, in Località Migneno.

Ormai non rimane che seguire lungamente la statale della Cisa fino all'arrivo alla cittadina di Pontremoli ("Puntremel"submansio XXI di Sigerico). Per fortuna, durante i giorni di lavoro la strada non è battuta da traffico e quindi silenziosa e particolarmente ombrosa. La visita dell'incantevole cittadina lunigianese, dei suoi ponti medievali (una volta "ponti tremuli" in quanto tremolanti perché in legno), del suo amabile centro storico, conclude una gita molto bella.

Percorso Berceto - Pontremoli, a piedi (seguendo speciali segnavia francigeni e del CAI )
Lunghezza 28 km
Tempo 7 ore
Dislivello salita m 460
Discesa m 900
Segnaletica segnavia CAI bianco-rossi con cartelli specifici e cartelli francigeni nei luoghi turistici o lungo le strade
Informazioni Via Caprara, 4 - 43042 Berceto tel/fax 0525/64764 (solo estivo)
Pontremoli: Pro Loco, presso il Palazzo Comunale, Piazza della Repubblica, tel. 0187/831180 - 831437 (apertura stagionale)
Next...

 

Foto e testo di Gianfranco Bracci


Terraditoscana © Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489