Terra di Toscana www.terraditoscana.com

Museo Bardini

Proveniente da Arezzo, Stefano Bardini venne a Firenze per studiare, frequentò l'Accademia delle Belle Arti e pensò di dipingere. Ma il suo vero talento era nella ricerca di pezzi d'antiquariato, così, seguendo il suo istinto divenne in breve tempo l'antiquario più autorevole e…ricco.
In Piazza de' Mozzi, si fece costruire, sull'antico convento, una sorta di reggia, allo scopo di farne la più sontuosa galleria antiquaria; vi raccolse innumerevoli tesori, che alla sua morte, nel 1922, lasciò alla città di Firenze. Tra i tanti meriti, ebbe anche quello di istituire a Firenze la prima vera scuola di restauro ed un gabinetto fotografico.

La fortuna di Bardini fu, oltre al suo formidabile "fiuto" artistico, di trovarsi in un periodo storico particolare. Quando le antiche famiglie Toscane, con grandi proprietà terriere, a causa della rivoluzione industriale, furono travolte dagli eventi e dovettero disfarsi dei loro patrimoni, cedettero anche a prezzi irrisori, gli arredi delle loro dimore, che all'epoca non venivano considerati né artisticamente, né commercialmente. Provvidenziale, per Bardini, fu anche l'abbattimento del Mercato Vecchio, dal quale trasse pezzi di particolare interesse.

Il Museo Bardini è una straordinaria collezione che comprende quasi tutti i generi dall'Alto Medioevo al Barocco, gli oggetti: sculture, dipinti, arazzi, antiche cassapanche, ceramiche, tappeti, armi, strumenti musicali, sono esposti in modo tale da rendere molto piacevole la visita a questo incantevole museo.

Fotografia di Kee-Ho Casati


Terraditoscana © Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489