Home Cuisine Landscape and nature Architecture and art Sport Accommodation Visiting Gadget Learning Arts and Crafts The way we were Organized tours Home Cucina Paesaggio e natura Arti e Mestieri Sport Accoglienza Visitare Gadget A scuola di... Architettura e arte Come eravamo Tour organizzati
Italiano
English
Visitare
Visitare
Visita il Mugello, culla dei Medici, a due passi da Firenze e le bellezze toscane
 

Visitare la Toscana

 

 
 

Asciano

Web del Comune Alberghi Agriturismi Ristoranti

Abitanti nel 1991: 6.210

Il territorio del comune di Asciano si estende per 215,51 kmq sulle colline dell’alta valle del fiume Ombrone. Ebbe origine come feudo medievale e fu quindi sede di vicariato; fu eretta in comunità nel 1777.

Il rinvenimento di una necropoli etrusca nella zona testimonia che essa era abitata fin dai tempi più antichi. Della vita in epoca romana resta invece nell’abitato un grande frammento di pavimento a mosaico. La prima notizia di Asciano medievale è dell’inizio dell’VIII secolo e riguarda la contesa tra i vescovi di Siena e di Arezzo per il possesso di alcune chiese tra cui la pieve di Asciano; nel IX secolo il castello era feudo dei conti Cacciaconti che proprio da Assianum, il centro più importante, presero il nome di Scialenghi e sotto la loro signoria si mantenne sino alla fine del XII secolo, quando passò sotto il dominio di Siena che ne fece sede di vicariato.

La sua importanza economica e strategica lo rese bersaglio dell’ostilità dei fiorentini, che nel 1234 lo devastarono; entrato sotto la signoria dei Tolomei nel corso del XIII secolo, Asciano tornò a metà del Trecento sotto il diretto controllo senese fino al 1554 quando insieme a Siena entrò a far parte dello stato mediceo. Sul suo territorio sorge l’abbazia benedettina di Monte Oliveto Maggiore, fondata nel 1313 da Bernardo Tolomei, che fu centro religioso, ma anche culturale ed economico, di notevole importanza, particolarmente nel Rinascimento.

Da vedere:
Abbazia di Monte Oliveto Maggiore, fuori dall’abitato di circa 2 km, si trova la chiesa del monastero fondato nel 1300 dai Benedettini Olivetani. Interessante il Coro intagliato e intarsiato da fra’ Giovanni da Verona. Nella Biblioteca del monastero sono conservati 40.000 volumi preziosi. La Farmacia contiene una importante raccolta di vasi del XVII secolo. Torre civica, elegante costruzione merlata di impianto medievale, in parte rifatta successivamente.
Museo civico archeologico, nel quale sono raccolti i reperti provenienti dagli scavi della necropoli di Poggio Pinci.
S. Agata, basilica romanica in travertino, fu fondata nell’XI secolo. L’interno ad una navata conserva preziose opere d’arte.
S. Francesco, chiesa gotica del XIII secolo, faceva parte del complesso monastico francescano ora scomparso. L’interno completamente restaurato, conserva preziose opere d’arte, tra le quali una pala robbiana del 1500.

Parte storica riprodotta su autorizzazione della Regione Toscana - Dipartimento della Presidenza E Affari Legislativi e Giuridici
Fotografia di Sandro Santioli

 
 
 
   
 
ritorna all'inizio
   
       
  Terra di Toscana

© Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489

 
 

Pubblicità | Chi siamo | Site search | Contatti | Press Kit | Copyright | Privacy | Cookie policy