Terra di Toscana www.terraditoscana.com

Comuni della provincia

3 / 22

Agliana

Web del Comune Alberghi Agriturismi Ristoranti

Abitanti nel 1991: 13.410

Situato su un territorio di pianura nella Valle dell'Ombrone, tra Prato e Pistoia, il comune di Agliana ha un'estensione di 11,64 kmq.

Centro signorile, poi sede podestarile nel secolo XIII, è divenuto comune autonomo dal 1913, staccandosi dalla comunità di Montale. Agliana, il cui nome si ritiene derivi o dal torrente Agna (in antico Alina) o da Hellana, stazione sulla via Cassia adrianea in epoca romana, fu feudo dei conti Guidi almeno fin dal X secolo, i quali cedettero nel 940 alla cattedrale di Pistoia alcune rendite di beni posti in questa località. Nel 1266 la comunità aglianese risulta avere propri consoli e una certa autonomia amministrativa, pur facendo parte del contado di Pistoia. Dal 1270 Agliana è retta da podestà di nomina pistoiese; conquistata e fortificata da Castruccio Castracani nel 1325 durante l'assedio di Pistoia, fu saccheggiata nel 1331 dalle truppe del re Giovanni di Boemia. Nel 1401, entrò infine a far parte dello Stato fiorentino e, nella generale revisione del territorio di Pistoia, Agliana fu annessa alla podesteria di Montale pur rimanendo amministrativamente autonoma, come prova il suo statuto del 1415. Altre turbolenze visse nel 1455 per le lotte tra Cancellieri e Panciatichi, reiterate nel 1503 e nel 1537-39, mentre nel 1787 con Montale dette vita a una rivolta popolare contro le riforme di Pietro Leopoldo. Nel corso della seconda guerra mondiale, poco prima della Liberazione, Agliana era stata luogo di una delle tante rappresaglie naziste per attività partigiane.

Parte storica riprodotta su autorizzazione della Regione Toscana - Dipartimento della Presidenza E Affari Legislativi e Giuridici


Terraditoscana © Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489