Terra di Toscana www.terraditoscana.com

Comuni della provincia

5 / 36

Casole d’Elsa

Alberghi Agriturismi Ristoranti

Abitanti nel 1991: 2.568

Il territorio del comune di Casole si estende per 148,63 kmq sulle colline dell’alta Val d’Elsa. La comunità ebbe origine come feudo vescovile medievale fino dal IX secolo; libero comune, fu eretta in comunità autonoma nel 1777.

Il luogo doveva essere abitato in tempi remoti poiché sono state rinvenute necropoli etrusche, ma la prima menzione storica di Casole si ha nell’anno 896, quando Adalberto, marchese di Toscana, la concesse in feudo al vescovo di Volterra, la cui giurisdizione sul castello fu confermata nel 1186 da Enrico VI. Ma già dai primi decenni del XIII secolo Casole era organizzato in libero comune con propri consoli (poi con podestà) e propri consigli, mentre contemporaneamente crescevano le ingerenze di Siena che vi pose un presidio di truppe. Occupata per breve tempo dai fiorentini nel 1259, con il trattato di Castelfiorentino seguito alla battaglia di Montaperti del 1260 Casole passò ufficialmente sotto il dominio senese. Dopo una serie di ribellioni al governo senese, la prima al passaggio di Arrigo VII nel 1313, l’ultima nel 1352 alla caduta del regime dei Nove, il comune di Siena, nel 1359, decise di fortificare il castello. Conquistata dall’esercito fiorentino nel 1479, Casole tornò in possesso dei senesi con i quali rimase fino al 1554 quando, assediata dall’esercito imperiale, si arrese entrando quindi a far parte del ducato mediceo.

Da vedere:
La Rocca, con cassero del ‘300 rimaneggiato successivamente; è ora sede del Municipio.
Museo d’Arte Sacra, che comprende anche una sezione archeologica.
Collegiata, eretta nel XII secolo, è stata più volte ripristinata nel corso dei secoli. Al suo interno tra le altre opere d’arte contiene un capolavoro di Marco Romano (1300).

Parte storica riprodotta su autorizzazione della Regione Toscana - Dipartimento della Presidenza E Affari Legislativi e Giuridici


Terraditoscana © Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489