Home Cuisine Landscape and nature Architecture and art Sport Accommodation Visiting Gadget Learning Arts and Crafts The way we were Organized tours Home Cucina Paesaggio e natura Arti e Mestieri Sport Accoglienza Visitare Gadget A scuola di... Architettura e arte Come eravamo Tour organizzati
Italiano
English
Visitare
Visitare
Visita il Mugello, culla dei Medici, a due passi da Firenze e le bellezze toscane
 

Visitare la Toscana

 

 
 

Comuni della provincia

18 / 39

Foiano della Chiana

Web del Comune Alberghi Agriturismi Ristoranti

Abitanti nel 1991: 7.738

Il territorio del comune di Foiano della Chiana si estende per 40,81 kmq sulle basse colline che fiancheggiano a occidente il Canale Maestro della Chiana. Corte fortificata, poi podesteria, divenne sede di comunità nel 1774.

Centro di origine etrusca legato a Chiusi, ancora florido in epoca imperiale, situato su una diramazione della Cassia Adrianea, Foiano viene ricordato fin dal secolo XI come possesso feudale dei conti della Scialenga e della Berardenga, discendenti di Wuinigi conte di Siena. Divenuto con il nome di Cortevecchia uno dei più importanti castelli del contado di Arezzo che se ne impossessò verso il 1250, nel 1336 entrò a far parte della repubblica fiorentina insieme ad Arezzo e al suo contado; ceduto temporaneamente da Firenze al comune di Perugia, dopo la cacciata del duca d'Atene (1343) Foiano tornò sotto la giurisdizione di Arezzo, per sottomettersi con atto formalmente volontario a Firenze nel 1383. Divenuto sede di podesteria, nel 1452 sostenne per oltre un mese l'assalto delle truppe di Alfonso I di Aragona in guerra contro Firenze, e nel 1554 durante la guerra di Siena quello delle milizie franco-senesi capitanate da Piero Strozzi. Durante il periodo fascista Foiano si rese protagonista di moti contro il regime che provocarono spedizioni punitive e rappresaglie squadriste.

Da vedere:
S.s. Domenico e Michele Arcangelo, chiesa del XV secolo, conserva al suo interno un dipinto di Lorenzo Lippi e una terracotta dei Della Robbia. Fu restaurata nel 1600.
S. Maria della Fratèrnita, edificio del 1500, ampliato successivamente, ha il soffitto finemente lavorato della seconda metà del 1600, conserva pregiate opere d'arte.
S. Francesco, chiesa quattrocentesca ad una navata abbellita da opere d’arte, si trova fuori dall’abitato, sulla strada per Lucignano.

Parte storica riprodotta su autorizzazione della Regione Toscana - Dipartimento della Presidenza E Affari Legislativi e Giuridici

 
 
 
   
 
ritorna all'inizio
   
       
  Terra di Toscana

© Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489

 
 

Pubblicità | Chi siamo | Site search | Contatti | Press Kit | Copyright | Privacy | Cookie policy