Home Cuisine Landscape and nature Architecture and art Sport Accommodation Visiting Gadget Learning Arts and Crafts The way we were Organized tours Home Cucina Paesaggio e natura Arti e Mestieri Sport Accoglienza Visitare Gadget A scuola di... Architettura e arte Come eravamo Tour organizzati
Italiano
English
Visitare
Visitare
Visita il Mugello, culla dei medici, a due passi da Firenze e le bellezze toscane
 

Visitare la Toscana

 

 
 

Comuni della provincia

18 / 43

Gambassi Terme

Web del Comune Alberghi Agriturismi Ristoranti

Abitanti nel 1991: 4.215

Il territorio del comune di Gambassi si estende per 83,06 kmq nella media Valle dell'Elsa, in zona collinare. Centro feudale, poi podesteria medievale abolita con la riforma leopoldina, è stato eretto in comune nel 1917 quando con le frazioni di Varna, Catignano e Castagno venne staccato dal comune di Montaione. Dal 1977 Gambassi Terme è la nuova denominazione del comune.

Possesso nell'alto Medioevo di piccoli feudatari locali, il castello di Gambassi a partire dal 1037 cominciò a divenire proprietà, attraverso donazioni e acquisti che si conclusero nel 1115, dei vescovi di Volterra. Nel XII secolo al Gambassi vetus, posto più in basso, si affiancò un Gambassi novum, edificato sul colle dove oggi si trova, in posizione più sicura, e gli uomini dei due luoghi si unirono con patti stipulati nel 1150 e nel 1170. Nel 1244 Federico II dette l'investitura del castello a Gualtieri Upezzinghi: ciò non impedì comunque che i vescovi di Volterra continuassero ad esercitarvi la propria signoria, considerata dagli abitanti di Gambassi così insopportabile da indurli nel 1268 a sottomettersi a San Gimignano, tradizionale nemico di Volterra; il che provocò naturalmente una vertenza tra le due rivali, sfociata in aperto conflitto nel 1275 e conclusasi nel 1280 con un lodo arbitrale. Nel 1293, con la pace di Fucecchio, Gambassi venne staccato dal territorio sangimignanese e unito al contado fiorentino andando a costituire, insieme a Catignano, Pulicciano e Montignoso, una comunità. Nel 1432 venne occupato dalle milizie viscontee, che lo saccheggiarono. Nel 1435 fu unito alla podesteria di Barbialla; nel 1529 e nel 1530 subì danni gravi nella guerra che dette origine al ducato di Firenze. Con la riforma leopoldina del 1774 fu soppressa la podesteria e Gambassi fu annesso alla comunità di Montaione, dalla quale ritornò autonomo nel 1917.

Parte storica riprodotta su autorizzazione della Regione Toscana - Dipartimento della Presidenza E Affari Legislativi e Giuridici

 
 
 
   
 
ritorna all'inizio
   
       
  Terra di Toscana

© Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489

 
 

Pubblicità | Chi siamo | Site search | Contatti | Copyright - Disclaimer | Press Kit