Home Cuisine Landscape and nature Architecture and art Sport Accommodation Visiting Gadget Learning Arts and Crafts The way we were Organized tours Home Cucina Paesaggio e natura Arti e Mestieri Sport Accoglienza Visitare Gadget A scuola di... Architettura e arte Come eravamo Tour organizzati
Italiano
English
Visitare
Visitare
Visita il Mugello, culla dei Medici, a due passi da Firenze e le bellezze toscane
 

Visitare la Toscana

 

 
 

Comuni della provincia

24 / 39

Montemignaio

Web del Comune Alberghi Agriturismi Ristoranti

Abitanti nel 1991: 532

Il territorio del comune di Montemignaio nel Valdarno casentinese si estende per 26,06 kmq sulle boscose pendici nord-orientali del Pratomagno, fra il monte Secchieta e il valico della Consuma. Fu in origine centro signorile; con la separazione dal comune di Castel San Niccolò nel 1808 divenne sede di comunità, raggiungendo l'assetto attuale nel 1868 quando gli furono tolte cinque frazioni aggregate a Castel San Niccolò.

Montemignaio, ricordato per la prima volta nel 1103 in un bolla con la quale il pontefice Pasquale II confermava la pieve di Santa Maria alla diocesi fiesolana, fu feudo dei conti Guidi di Battifolle, come attestano i privilegi concessi loro da Arrigo VI e da Federico II; e qui, nell'intento di fortificare la zona, essi costruirono una rocca, chiamata Castel Leone o Castiglione. Il conte Galeotto, ultimo di quel ramo, fu privato del dominio quando nel 1342 gli si ribellarono gli abitanti di Castel San Niccolò, coi quali avevano fatto causa comune gli uomini di Montemignaio. Tutto il territorio entrò allora a far parte della repubblica di Firenze che ne fece una podesteria detta della Montagna Fiorentina, comprendente Battifolle, Borgo alla Collina, Castel San Niccolò (che ne era il capoluogo) e Ortignano; l'acquisto di questa comunità fu sancito nel 1359 con un atto pubblico di rinunzia a favore di Firenze fatto dal conte Marco Novello dei Guidi di Modigliana. Per i secoli seguenti non si sono tramandati ricordi di rilievo se non la notazione di condizioni di vita sostanzialmente ingrate per gli abitanti: nella prima metà dell'Ottocento si rilevava che il territorio comunale non era attraversato da strade rotabili, non aveva medico condotto né maestro elementare. Durante il secondo conflitto mondiale la popolazione di Montemignaio a più riprese dovette subire violenze e rappresaglie.

Da vedere:
S. Maria Assunta, Pieve romanica fondata nel secolo XI.
Castello, in alto, a 873 m, dominano l’abitato i resti del maestoso Castel Leone eretto dai Guidi nel XII secolo.

Parte storica riprodotta su autorizzazione della Regione Toscana - Dipartimento della Presidenza E Affari Legislativi e Giuridici

 
 
 
   
 
ritorna all'inizio
   
       
  Terra di Toscana

© Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489

 
 

Pubblicità | Chi siamo | Site search | Contatti | Press Kit | Copyright | Privacy | Cookie policy