Home Cuisine Landscape and nature Architecture and art Sport Accommodation Visiting Gadget Learning Arts and Crafts The way we were Organized tours Home Cucina Paesaggio e natura Arti e Mestieri Sport Accoglienza Visitare Gadget A scuola di... Architettura e arte Come eravamo Tour organizzati
Italiano
English
Visitare
Visitare
Visita il Mugello, culla dei Medici, a due passi da Firenze e le bellezze toscane
 

Visitare la Toscana

 

 
 

Comuni della provincia

11 / 17

Montignoso

Alberghi Agriturismi Ristoranti

Abitanti nel 1991: 9.158

Il territorio del comune di Montignoso si estende per 16,67 kmq tra il mare e le Apuane, «ultima terra» della bassa Lunigiana. Antico castello signorile, nel 1938 il comune fu soppresso e passò a far parte, con Massa e Carrara, della nuova comunità di Apuania. Fu ricostituito nel marzo del 1946.

Il castellum Aginulfi, posto sul colle presso l'attuale centro, è da ritenersi il primo nucleo storico di Montignoso. Considerato dai bizantini un punto di grande importanza strategica, conquistato dal longobardo Rotari nel VII secolo, oltre ad essere ristrutturato, divenne una sede stabile di consorterie nobiliari. Verso il Mille il vescovo di Luni risulta possedere giurisdizione su un terzo del castello. Nel XIII secolo Montignoso passa sotto il dominio di un ramo dei signori di Vallecchia e di Corvaia, che si stabiliscono nella rocca e prendono il nome di Nobili di Castello. Ma le dispute tra i potenti vicini (Pisa, Lucca, Genova, Firenze), all'influenza dei quali non può sottrarsi, costituiscono il vero motore delle vicende politiche di Montignoso. Pervenuta finalmente, con il declino di Pisa, sotto il dominio di Lucca nella seconda metà del XIII secolo, la comunità fu da questa annessa alla vicaria di Pietrasanta. La giurisdizione di Lucca su Montignoso dura anche quando Pietrasanta, nel 1514, passa ai fiorentini e, se si eccettua un cruento contrasto con i massesi avvenuto nel 1538, la storia di Montignoso non conosce particolari turbamenti fino all'avvento delle armate napoleoniche. I francesi, peraltro, la lasciarono sotto il governo lucchese dei principi Baciocchi, ai quali si deve la bonifica della palude che si estendeva lungo gran parte del litorale. Nel 1847 la comunità passò agli Estensi e sotto di essi rimase, malgrado il malcontento popolare, fino al 1859. Tra i personaggi illustri di Montignoso si ricorda il diplomatico e uomo politico Carlo Sforza (1872-1952).

Parte storica riprodotta su autorizzazione della Regione Toscana - Dipartimento della Presidenza E Affari Legislativi e Giuridici

 
 
 
   
 
ritorna all'inizio
   
       
  Terra di Toscana

© Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489

 
 

Pubblicità | Chi siamo | Site search | Contatti | Press Kit | Copyright | Privacy | Cookie policy