Home Cuisine Landscape and nature Architecture and art Sport Accommodation Visiting Gadget Learning Arts and Crafts The way we were Organized tours Home Cucina Paesaggio e natura Arti e Mestieri Sport Accoglienza Visitare Gadget A scuola di... Architettura e arte Come eravamo Tour organizzati
Italiano
English
Visitare
Visitare
Visita il Mugello, culla dei Medici, a due passi da Firenze e le bellezze toscane
 

Visitare la Toscana

 

 
 

Comuni della provincia

32 / 43

Rignano sull'Arno

Web del Comune Alberghi Agriturismi Ristoranti

Abitanti nel 1991: 6.359

Il territorio del comune di Rignano sull'Arno si estende per 54,21 kmq nel Valdarno superiore. Piccolo centro fortificato nel Medioevo, venne elevato a capoluogo di comunità nel 1773 dal granduca Pietro Leopoldo.

Forse insediamento di origine romana, come proverebbe l'etimo del toponimo, Rignano viene ricordato per la prima volta in un documento del 1066. Nei pressi della pieve di San Leolino dovette, nei primi decenni dopo il Mille, svilupparsi un castello sul quale verso la fine del XII secolo vantavano dei diritti (confermati nel 1191 dall'imperatore Arrigo VI) le monache di Sant'Ellero e successivamente i monaci di Vallombrosa. Nei documenti della prima metà del XIV secolo l'antico insediamento risulta già degradato a «castellare», ma si stava contemporaneamente sviluppando un nuovo borghetto vicino al ponte sull'Arno fatto edificare dalla repubblica fiorentina proprio in quegli anni. Le scarne notizie superstiti sulle vicende storiche del comune sono spesso connesse a questo ponte, frequentemente travolto dalle piene dell'Arno e sempre fatto ricostruire (nel 1422, nel 1459, nei secoli XVII e XVIII). Nel frattempo il territorio circostante, giovandosi della relativa vicinanza con Firenze e della fertilità e amenità del luogo, era divenuto sede di numerose «ville» di possidenti fiorentini. Con il regolamento granducale del 1773, Rignano diviene una delle settanta comunità del contado fiorentino e gli sono annesse tredici parrocchie prima appartenenti alla giurisdizione di Pontassieve. Tra i suoi celebri figli Rignano annovera il letterato umanista Vespasiano da Bisticci (1421-1498) e il pittore e scrittore Ardengo Soffici (1879-1964).

Da vedere:
La novecentesca parrocchiale custodisce le preziose opere provenienti dalla Pieve romanica di S. Leonino.

Parte storica riprodotta su autorizzazione della Regione Toscana - Dipartimento della Presidenza E Affari Legislativi e Giuridici

 
 
 
   
 
ritorna all'inizio
   
       
  Terra di Toscana

© Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489

 
 

Pubblicità | Chi siamo | Site search | Contatti | Press Kit | Copyright | Privacy | Cookie policy