Terra di Toscana www.terraditoscana.com

Ferri taglienti

introduzione

Fra le lavorazioni tipiche del Mugello va subito ricordata la produzione dei "ferri taglienti" di Scarperia.
Scarperia è un pezzo di Firenze fra le colline e i gioghi; ancora oggi ospita in alcune vie del centro storico antiche botteghe e laboratori di coltellinai. Recentemente questa raffinata e rinomata produzione ha vissuto un ammodernamento nelle antiche tecniche di lavorazione, ma ancora permangono botteghe che gelosamente conservano i vecchi attrezzi e alcuni pezzi di pregio della secolare produzione.
La tradizione dei coltellinai a Scarperia, è vecchia di almeno cinque secoli . Alle origini, questi artigiani erano in realtà gli armaioli di una regione molto vasta.

Durante i secoli si sono susseguiti periodi di importante crescita a crolli repentini, punte di massima produzione ad altri periodi con assestamento su livelli
di minima, ma costante è rimasta l'alta qualità delle lavorazioni. Fin dal 1538 la necessità di porre ordine nella categoria portò alla redazione dello "Statuto dei coltellinai"; con questo documento si organizzarono gli artigiani del ferro in una sorta di ordine professionale delle rigide regole di comportamento a garanzia della qualità dei prodotti.

Proprio in quegli anni si istituiscono a Firenze i marchi di fabbrica anche per le arti che fanno capo a questo ordine, come i "corazzai", i "chiavaioli" i "ferraioli", i "calderai", i "fabbri"; dai sigilli apposti, si può vedere quanto siano stati numerosi i mugellani e gli scarperiesi fra gli artigiani che hanno operato nei secoli fra il XIV e XVII.

Fotografia di Kee-Ho Casati


Terraditoscana © Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489