Home Cuisine Landscape and nature Architecture and art Sport Accommodation Visiting Gadget Learning Arts and Crafts The way we were Organized tours Home Cucina Paesaggio e natura Arti e Mestieri Sport Accoglienza Visitare Gadget A scuola di... Architettura e arte Come eravamo Tour organizzati
Italiano
English
Visitare
Visitare
Visita il Mugello, culla dei Medici, a due passi da Firenze e le bellezze toscane
 

Visitare la Toscana

 

 
 

Comuni della provincia

4 / 39

Calci

Web del Comune Alberghi Agriturismi Ristoranti

Abitanti nel 1991: 5.504

Il territorio del comune di Calci è posto al centro della Valgraziosa, che degrada verso la pianura pisana, e ha una estensione di 25,16 kmq. La sua costituzione a comune risale al 1867, quando la frazione omonima fu staccata da Pisa. Nel 1884 fu arricchito della frazione di Montemagno, distaccata da Vicopisano.

Di Calci si hanno notizie fin dal 780, anno in cui compare citata nel documento con il quale i tre fratelli Gualberto, Ildeberto e Gumprando destinano i loro in genti beni all'ampliamento dell'abbazia di San Savino. Intorno al Mille il «locus Calcis» è il borgo più importante della vallata, mentre nel 1222 appare già fortificato. Più volte conquistato e saccheggiato, prima dai fuorusciti pisani nel 1288, poi dalle truppe di Carlo IV nel 1369, e infine dall'esercito del re di Napoli nel 1479, passò insieme a Pisa sotto il dominio dei fiorentini all'inizio del XV secolo. Della sua vita in età medievale Calci conserva tracce nella pieve di stile romanico-pisano. Anche la celebre Certosa risale, nella sua struttura originaria, al 1366, ma presenta imponenti rifacimenti settecenteschi che ne fanno uno dei più eclatanti esempi di barocco esistenti in Toscana. A Calci nacque Pier Bernardo dei Paganelli di Montemagno, che divenne papa col nome di Eugenio III dal 1145 al 1153.

Da vedere:
Pieve, antichissimo edificio romanico risalente al secolo XI. L’interno conserva un prezioso fonte battesimale scolpito in un solo blocco di marmo.
La Certosa di Pisa, situata ad 1 km fuori Calci, è un vasto complesso monastico fondato nel 1366, che presenta una elegante facciata barocca realizzata alla fine del Settecento. L’interno della chiesa risente dei numerosi rimaneggiamenti effettuati durante i secoli. In essa sono conservate mirabili opere d’arte di artisti di diverse epoche. Nel refettorio si possono ammirare gli affreschi di Bernardino Poccetti.

Parte storica riprodotta su autorizzazione della Regione Toscana - Dipartimento della Presidenza E Affari Legislativi e Giuridici

 
 
 
   
 
ritorna all'inizio
   
       
  Terra di Toscana

© Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489

 
 

Pubblicità | Chi siamo | Site search | Contatti | Press Kit | Copyright | Privacy | Cookie policy