Home Cuisine Landscape and nature Architecture and art Sport Accommodation Visiting Gadget Learning Arts and Crafts The way we were Organized tours Home Cucina Paesaggio e natura Arti e Mestieri Sport Accoglienza Visitare Gadget A scuola di... Architettura e arte Come eravamo Tour organizzati
Italiano
English
Visitare
Visitare
Visita il Mugello, culla dei medici, a due passi da Firenze e le bellezze toscane
 

Visitare la Toscana

 

 
 

Comuni della provincia

20 / 36

Murlo

Web del Comune Alberghi Agriturismi Ristoranti

Abitanti nel 1991: 1.793

Il territorio del comune di Murlo si estende per 114,79 kmq, tra la valle del fiume Merse e quella dell’Ombrone. La sua origine quale feudo risale almeno al XII secolo e primo capoluogo fu probabilmente il castello di Crevole. Nel 1777 la comunità venne ristrutturata e nel 1833 le furono aggiunte le frazioni di Campriano, Bagnaia e Frontignano.

Del castello di Murlo si hanno notizie a partire dall’età medievale, ma resti archeologici di età etrusca ritrovati nella zona fanno pensare che il territorio fosse abitato fin da quel tempo. Nel 1151 il feudo di Murlo veniva donato dal conte Ugolino di Ranuccio Ardengheschi al vescovo Ranieri (da qui appunto il nome di Murlo in Vescovado usato ancora oggi) e la donazione fu ratificata nel 1189 dall’imperatore, malgrado che nei decenni seguenti la presenza di questa singolare enclave all’interno del proprio contado disturbasse alquanto i governanti senesi. Così, per quasi due secoli il territorio di Murlo fu oggetto di aspre controversie fra il governo di Siena e il vescovado, che fu costretto a concedere dal 1274 l’obbligo di milizia per i suoi sottoposti nell’esercito senese; il contenzioso si placò poi definitivamente nel 1387 con il riconoscimento, sia pure parziale, di una sorta di sovranità senese sul castello, i cui abitanti furono da allora tenuti a pagare il censo a Siena e ad acquistarvi il sale; ai vescovi restava comunque la giurisdizione civile e penale sul luogo. Dopo il 1554 e la conquista del territorio senese da parte dei Medici, Murlo continuò ad essere sottomesso alla giurisdizione episcopale fino a quando, nel 1766, Pietro Leopoldo non decretò la soppressione dei feudi nel granducato.

Da vedere:
Il Borgo Fortificato, il nucleo medievale isolato su un colle, circondato dalle antiche mura che racchiudono anche la chiesa di impianto medievale e rimaneggiata nel 1500 di S. Fortunato, e il Museo Civico Archeologico.

Parte storica riprodotta su autorizzazione della Regione Toscana - Dipartimento della Presidenza E Affari Legislativi e Giuridici

 
 
 
   
 
ritorna all'inizio
   
       
  Terra di Toscana

© Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489

 
 

Pubblicità | Chi siamo | Site search | Contatti | Copyright - Disclaimer | Press Kit