Home Cuisine Landscape and nature Architecture and art Sport Accommodation Visiting Gadget Learning Arts and Crafts The way we were Organized tours Home Cucina Paesaggio e natura Arti e Mestieri Sport Accoglienza Visitare Gadget A scuola di... Architettura e arte Come eravamo Tour organizzati
Italiano
English
Visitare
Visitare
Visita il Mugello, culla dei Medici, a due passi da Firenze e le bellezze toscane
 

Visitare la Toscana

 

 
 

Comuni della provincia

35 / 39

Santa Maria a Monte

Web del Comune Alberghi Agriturismi Ristoranti

Abitanti nel 1991: 10.373

Il territorio comunale si estende per 38,29 kmq nel Valdarno di Sotto, nei pressi delle colline delle Cerbaie. Comprende terreno collinare e pianeggiante. Terra signorile, poi sede di podesteria e quindi comunità leopoldina, nel 1868 si è ingrandito con l'aggregazione dell'intero territorio del soppresso comune di Montecalvoli.

Citato fino al X secolo come «luogo» posto sotto la signoria dei vescovi di Lucca, che vi esercitavano il potere politico e la giurisdizione ecclesiastica, Santa Maria fu fortificata solo nell'XI secolo, divenendo in seguito un forte baluardo nella guerra condotta da Lucca contro Firenze. Sebbene i diritti vescovili venissero confermati dai diplomi imperiali di Enrico VI nel 1194 e di Ottone IV nel 1209, un documento del 1258 mostra che sul territorio si era ormai affermata l'autorità del comune di Lucca. Nel 1261, comunque, i reduci dell'esercito ghibellino che aveva combattuto a Montaperti la sottrassero alla giurisdizione dei guelfi lucchesi e, insieme a tutte le terre del Valdarno Inferiore, Santa Maria a Monte prestò giuramento al governo ghibellino pisano, che ne mantenne il dominio fino al 1327, data in cui il castello passò a Firenze. Ribellatasi nel 1343, Santa Maria rimase indipendente fino al 1348, quando fece atto di sottomissione alla repubblica di Firenze. Fino al 1774, anno della riforma leopoldina, fu amministrata da un podestà fiorentino. Durante la seconda guerra mondiale ripetuti bombardamenti hanno provocato numerose vittime e gravi danni.

Da vedere:
S. Giovanni Evangelista, antica collegiata che ha come campanile una torre dell’impianto fortificato. L’interno della chiesa presenta affreschi dell’Aldemollo, ed altre opere d’arte di artisti diversi.

Parte storica riprodotta su autorizzazione della Regione Toscana - Dipartimento della Presidenza E Affari Legislativi e Giuridici

 
 
 
   
 
ritorna all'inizio
   
       
  Terra di Toscana

© Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489

 
 

Pubblicità | Chi siamo | Site search | Contatti | Press Kit | Copyright | Privacy | Cookie policy