Home Cuisine Landscape and nature Architecture and art Sport Accommodation Visiting Gadget Learning Arts and Crafts The way we were Organized tours Home Cucina Paesaggio e natura Arti e Mestieri Sport Accoglienza Visitare Gadget A scuola di... Architettura e arte Come eravamo Tour organizzati
Italiano
English
Visitare
Visitare
Visita il Mugello, culla dei Medici, a due passi da Firenze e le bellezze toscane
 

Visitare la Toscana

 

 
 

Comuni della provincia

6 / 28

Castell'Azzara

Alberghi Agriturismi Ristoranti

Abitanti nel 1991: 2.105

Il comune di Castell'Azzara si estende per 64,72 kmq in una zona montuosa tra le valli del Fiora e del Paglia. Castello medievale e feudo granducale, si è costituito nel 1915 con il distacco del capoluogo, insieme alle frazioni di Selvena e Villa Sforzesca, dal comune di Santa Fiora.

Il castellum Lazari è citato nell'atto di divisione dei beni aldobrandeschi nel 1216, ma nulla sappiamo intorno alle sue vicende nel corso dei secoli XIII e XIV. Compreso nei domini del conte Guido di Santa Fiora, venne rivendicato alla sua morte (1438) dalla repubblica senese. Successivamente Castell'Azzara, insieme a Montorio e a Castell'Ottieri, passò sotto il diretto dominio della famiglia Baschi, che nel 1475 fece atto di sottomissione al comune di Siena. Due secoli più tardi, nel 1690, i Baschi rinnovarono gli atti di accomandigia al granduca Cosimo III dei Medici. Estinta la dinastia, gran parte dei beni posti in Castell'Azzara furono ereditati dai nobili senesi Del Ciaia.
Rilievo storico notevole hanno le frazioni di Selvena, citata per la prima volta nell'833 in un documento dell'abbazia del monte Amiata e passata sotto il dominio degli Aldobrandeschi, di Siena e degli Orsini, e la Villa Sforzesca, edificata nel 1580 dal cardinale Alessandro Sforza con l'intento di offrire accoglienza alla corte di Gregorio XIII. Durante la lotta di Liberazione, il territorio di Castell'Azzara fu teatro di attività partigiane.

Da vedere:
Convento della SS. Trinità, imponente complesso fondato nel 1500. Nella chiesa conserva una terracotta robbiana.

Parte storica riprodotta su autorizzazione della Regione Toscana - Dipartimento della Presidenza E Affari Legislativi e Giuridici

 
 
 
   
 
ritorna all'inizio
   
       
  Terra di Toscana

© Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489

 
 

Pubblicità | Chi siamo | Site search | Contatti | Press Kit | Copyright | Privacy | Cookie policy