Home Cuisine Landscape and nature Architecture and art Sport Accommodation Visiting Gadget Learning Arts and Crafts The way we were Organized tours Home Cucina Paesaggio e natura Arti e Mestieri Sport Accoglienza Visitare Gadget A scuola di... Architettura e arte Come eravamo Tour organizzati
Italiano
English
Visitare
Visitare
Visita il Mugello, culla dei Medici, a due passi da Firenze e le bellezze toscane
 

Visitare la Toscana

 

 
 

Comuni della provincia

23 / 39

Montopoli in Val d'Arno

Web del Comune Alberghi Agriturismi Ristoranti

Abitanti nel 1991: 8.870

Situato nel Valdarno che domina la piana dell'Arno, il territorio comunale si estende su terreno collinare e pianeggiante per 29,96 kmq. Comune di origine leopoldina, ha subito variazioni territoriali nel 1927 quando gli furono aggregate le frazioni di Castel del Bosco e di Marti, già facenti parte del comune di Palaia, e gli venne staccata una porzione di territorio disabitato aggregata al suddetto comune.

La storia di Montopoli si intreccia a quella della distrutta pieve di San Piero a Musciano, di cui si hanno notizie fin dal 746. Intorno al Mille il castello risulta posto sotto la giurisdizione civile ed ecclesiastica dei vescovi di Lucca, che la mantennero anche successivamente, nonostante che fin dal XII secolo una serie di diplomi imperiali avessero accordato l'alto dominio su quei territori al comune di Pisa. Oggetto di continue controversie e causa di scontri armati fra Lucca e Pisa, passò alternativamente dal dominio dell'una a quello dell'altra città fino al 1325 quando, ribellatosi a Castruccio, signore di Lucca, si sottomise alla repubblica di Firenze, che ne fece uno dei più forti avamposti militari del suo distretto occidentale. Dopo un altro breve periodo di dominazione pisana nel 1347-49, Montopoli fu di nuovo sottoposta a Firenze e divenne sede del vicariato del Valdarno di sotto fino al 1370, quando la magistratura fu trasferita a San Miniato. Condivise poi, fino all'unità d'Italia, le sorti del granducato. Nel 1863 aggiunse la denominazione «in Val d'Arno». Nel 1944 subì, a opera dei tedeschi, la distruzione della rocca medievale.

Da vedere:
S. Stefano, chiesa che ha come campanile l’antica torre merlata. All’interno dell’edificio numerose pregevoli opere d’arte del 1500 e 1600.

Parte storica riprodotta su autorizzazione della Regione Toscana - Dipartimento della Presidenza E Affari Legislativi e Giuridici

 
 
 
   
 
ritorna all'inizio
   
       
  Terra di Toscana

© Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489

 
 

Pubblicità | Chi siamo | Site search | Contatti | Press Kit | Copyright | Privacy | Cookie policy