Home Cuisine Landscape and nature Architecture and art Sport Accommodation Visiting Gadget Learning Arts and Crafts The way we were Organized tours Home Cucina Paesaggio e natura Arti e Mestieri Sport Accoglienza Visitare Gadget A scuola di... Architettura e arte Come eravamo Tour organizzati
Italiano
English
Sport
Sport
Visita il Mugello, culla dei medici, a due passi da Firenze e le bellezze toscane
 

Trekking e MTB

 

 
 

Sui Monti Pisani

Itinerario per MTB che sfrutta molte delle belle piste sterrate che percorrono le più alte pendici dei Monti Pisani. Il percorso non presenta difficoltà, anche se la lunghezza (circa KM 28) e il dislivello in salita da superare (circa 1000 m) richiedono un certo impegno fisico.

Da Caprona si seguono le indicazioni per Calci e dopo circa 1 km si va a sinistra in direzione Asciano. Dopo Gabella si giunge al bivio dove si gira a destra per Agnano. Poco prima di Agnano si prende a destra la stradella che inizia a risalire il versante meridionale dei Monti Pisani, ammantato da grandi boschi di lecci. La pista si porta sotto le pendici del Monte Faeta ed arriva alla Sella di Campo di Croce, sul crinale dei Monti Pisani. Al passo s'imbocca la strada a fondo naturale sulla destra (segnavia bianco/rossi sentiero n.02) che va a tagliare i rocciosi versanti dello Spuntone di S. Allago per arrivare al Colle di Calci. Ora si prende la strada asfaltata a destra passando per il Colle di Prato di Calci e poi tagliando le pendici meridionali del Monte Serra, che offrono grandi panorami sulla piana dell'Arno.
Si arriva così al Passo Prato Ceragiola, dove s'incontra la strada asfaltata per Buti. Trascurandola, si imbocca dal lato opposto la larga sterrata che si mantiene prossima al crinale. Proseguendo sempre sulla via principale questa poco dopo peggiora le sue condizioni scendendo fino al Passo Prato a Giovo, un erboso spiazzo con un piccolo laghetto artificiale. Si continua in piano sulla pista principale fino a Prato all'Acqua e, dopo aver tagliato i versanti del Sasso della Dolorosa, si arriva al Passo di Prato Arreto. Dal colle inizia la discesa che si svolge su sassosa e tecnica linea tagliafuoco, tra alti arbusti di ginestra. Si giunge così ad incrociare la sterrata per Montemagno. La si prende a destra, ma dopo 300 metri, ad una curva a destra la si lascia per salire diritti su mulattiera. Duecento metri di salita sono sufficienti per iniziare il pianeggiante aggiramento del Monte Verruca che termina nei pressi di un largo spiazzo. Qui si va a destra, imboccando la malandata sterrata che scende verso Caprona. In breve si raggiungono i terrazzamenti ad olivo che circondano il colle su cui sorge la Torre di Caprona.
Superata una sbarra si confluisce ora sulla strada per Crespignano che, presa a sinistra, riporta a Caprona.

Next...

 

Testi e foto di Cinzia Pezzani & Sergio Grillo

 
 
 
   
 
ritorna all'inizio
   
       
  Terra di Toscana

© Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489

 
 

Pubblicità | Chi siamo | Site search | Contatti | Copyright - Disclaimer | Press Kit