Home Cuisine Landscape and nature Architecture and art Sport Accommodation Visiting Gadget Learning Arts and Crafts The way we were Organized tours Home Cucina Paesaggio e natura Arti e Mestieri Sport Accoglienza Visitare Gadget A scuola di... Architettura e arte Come eravamo Tour organizzati
Italiano
English
Cucina
Cucina
Visita il Mugello, culla dei medici, a due passi da Firenze e le bellezze toscane
 

Prodotti tipici

 

 
 

Fagiolo di Zeri

Fagiolo con il grembiule detto “fasgiulain dau scuside”; fagioline dette “fasgiuline”

Esistono diverse varietà del fagiolo di Zeri. Fra le più diffuse ci sono il "fagiolo con il grembiule", piccolo, rotondo, di colore bianco e nero (macchiettato), consumato in erba e molto tenero e la "fasgiulina", diminutivo dovuto alla taglia della pianta che si sviluppa in uno stadio intermedio, fra il fagiolo nano e quello rampicante. La fagiolina ha una forma leggermente piatta, di dimensioni modeste. Le altre varietà sono meno diffuse, alcune sono molto particolari sia per la forma che per il colore.

Si semina da fine aprile a fine luglio (il periodo migliore è fine maggio). In passato veniva seminato dopo la raccolta del grano. Normalmente la distanza tra le file è di 70 cm e di 2-3 cm sulla fila.Preferisce i terreni sciolti e non ama i ristagni idrici, raramente deve essere irrigato. La raccolta avviene da fine luglio a scalare e può arrivare fino a ottobre. I semi vengono prelevati secchi dai palchi più bassi del legume e vengono lasciati ulteriormente seccare al sole per conservarli sotto vetro al fresco.

Un tempo veniva coltivato in consociazione con il granturco, che con il suo fusto diventava il "frasco" cui arrampicarsi.

È un antico fagiolo che si ritrova soltanto in pochi orti familiari insieme ad altre varietà toscane. La produzione del fagiolo di Zeri è infatti ormai relegata a pochi hobbisti che lo utilizzano solo per autoconsumo.

Territorio interessato alla produzione Comune di Zeri, provincia di Massa-Carrara.
Produzione in atto A rischio.
Testi ed immagini di proprietà di Arsia e della Regione Toscana riprodotti su autorizzazione.

Fotografia di Derno Ricci
 
 
 
   
 
ritorna all'inizio
   
       
  Terra di Toscana

© Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489

 
 

Pubblicità | Chi siamo | Site search | Contatti | Copyright - Disclaimer | Press Kit