Home Cuisine Landscape and nature Architecture and art Sport Accommodation Visiting Gadget Learning Arts and Crafts The way we were Organized tours Home Cucina Paesaggio e natura Arti e Mestieri Sport Accoglienza Visitare Gadget A scuola di... Architettura e arte Come eravamo Tour organizzati
Italiano
English
Cucina
Cucina
Visita il Mugello, culla dei Medici, a due passi da Firenze e le bellezze toscane
 

Prodotti tipici

 

 
 

Farina di neccio della Garfagnana

La farina di neccio della Garfagnana ha colore che varia dal bianco fino all’avorio scuro. Il sapore dolce è caratterizzato da un leggero retrogusto amarognolo; il profumo è quello delle castagne e la consistenza è fine al tatto e al palato. Viene confezionata in sacchetti da 500 g, 1 kg e 1,2 kg.

Dopo l’eliminazione dei frutti non integri, le castagne vengono poste ad essiccare nel metato, su cannicci di legno, per almeno 40 giorni e quindi sottoposte a battitura (pulitura) e selezionate per eliminare i frutti bacati e quelli che non presentano le migliori condizioni di essiccazione. La molitura ha luogo in mulini con macina a pietra (5 quintali a macina) e la farina ottenuta viene vagliata per eliminare eventuali corpi estranei, stoccata e infine confezionata.

Il prodotto deve la sua tradizionalità all’utilizzo dei metati per la fase di essiccazione e alla molitura mediante macine in pietra, che lavorano quotidianamente solo un limitato quantitativo di farina, onde evitare che questa stessa si scaldi e divenga più scura e meno buona. La tecnica di produzione è rimasta invariata nel tempo. Le cultivar di origine locale determinano le caratteristiche organolettiche della farina di neccio della Garfagnana.

Tutti i produttori della farina di neccio della Garfagnana sono riuniti in un’associazione che ha inoltrato la richiesta di Dop. La farina di neccio ha partecipato a varie manifestazioni nazionali: Sana a Bologna, Agrifiera a Verona e Salone del Gusto a Torino.

Territorio interessato alla produzione

Garfagnana, provincia di Lucca.

Produzione in atto Attiva.
Materiali, attrezzature e locali utilizzati per la produzione • Metati per l’essiccazione
• Cannicci di legno per l’essiccazione
• Attrezzi per la battitura
• Macine in pietra
Testi ed immagini di proprietà di Arsia e della Regione Toscana riprodotti su autorizzazione.

Fotografia di Derno Ricci
 
 
 
   
 
ritorna all'inizio
   
       
  Terra di Toscana

© Polimedia - Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze n. 5528 10/11/2006
Ed. Polimedia - Dir. Resp. Riccardo Benvenuti - P.IVA 05575950489

 
 

Pubblicità | Chi siamo | Site search | Contatti | Press Kit | Copyright | Privacy | Cookie policy